Home » Attualità » Coronavirus: le 10 regole del Comitato Scientifico

Coronavirus: le 10 regole del Comitato Scientifico

L’emergenza Coronavirus continua a farsi sentire: proprio nelle ultime ore Conte ha riunito il Comitato tecnico scientifico che si è occupato di scrivere delle norme da mettere in pratica contro il Coronavirus. Il decalogo è stato inviato al Ministero della Salute e tutti i cittadini devono rispettarlo.

Le 10 regole che tutti devono rispettare

I l Coronavirus sta mettendo in ginocchio l’economia italiana, e ora a quanto pare anche il modo di salutare, le dimostrazioni di affetto, e la vita sociale. Il nuovo decalogo stabilito da Conte e dal Comitato tecnico scientifico che ha riunito proprio nelle ultime ore, ha deciso che si deve stare lontani dalle altre persone almeno 1 metro, evitare i luoghi affollati, non abbracciarsi, evitare strette di mano, salutarsi da lontano. Evitare poi tutte quelle manifestazioni o eventi che possano favorire il mancato rispetto della distanza di sicurezza. Persino il calcio infatti sarà giocato a porte chiuse, ma non si sa ancora per quanto tempo, forse un mese. Il decalogo continua, con altre indicazioni da rispettare.

Le altre regole

Le altre regole da rispettare per cercare di frenare il contagio del Coronavirus sono rimanere a casa se si ha la febbre, anche se non si sospetta di aver contratto il virus, e per quanto riguarda gli over 65 e over 75 si deve uscire solo se strettamente necessario. Alcune indicazioni riguardano anche lo svolgimento di congressi e convegni: tutti rimandati. Altre disposizioni riguardano invece gli ospedali, che dovranno limitare il tempo in cui i parenti vanno a fare visita ai propri cari malati, stessa cosa vale per le case di riposo. Vietati anche gli scambi di bottiglie e bicchieri, starnutire solo dentro un fazzoletto da gettare via subito dopo. Lavarsi accuratamente le mani evitando di avere bracciali o anelli tra le dita: ostacolerebbero la corretta igienizzazione. Per ora si attendono nuove disposizioni in merito, ma queste per ora bastano agli italiani, che avvertono un clima teso dappertutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi