Home » Ecologia » Il manifesto per la rivoluzione ecologica di Rossano Ercolini

Il manifesto per la rivoluzione ecologica di Rossano Ercolini

Il Bivio. Manifesto per la rivoluzione ecologica Book Cover
Il Bivio. Manifesto per la rivoluzione ecologica Saggio Baldini & Castoldi 216 pagine https://www.baldinicastoldi.it/libri/il-bivio/

Un libro che affronta il problema dei rifiuti al tempo del coronavirus e diventa un manifesto per la rivoluzione ecologica.

Il Bivio. Manifesto per la rivoluzione ecologica di Rossano Ercoloni è un lucido ragionamento riguardo la principale fonte di inquinamento umano, la produzione di rifiuti; contiene una serie di suggerimenti programmatici per accelerare e rendere più efficace una rivoluzione ecologica che secondo l’autore è già cominciata.

Rossano Ercolini

Rossano Ercolini è il fondatore della Rete Nazionale “Rifiuti Zero” e presidente di Zero Waste Europe. Partecipa a numerose conferenze sul territorio italiano, organizzate dai comitati locali impegnati nella lotta contro la costruzione di nuovi inceneritori e discariche, e a favore di sane politiche di gestione dei rifiuti. Vive a Capannori (LU) che è stato il primo comune italiano a dotarsi di una strategia Rifiuti zero. Per questo suo impegno ha ricevuto il Goldman Environmental Prize, riconoscimento per gli attivisti ambientalisti.

È stato proprio ad un convegno contro l’incenerimento dei rifiuti nei cementifici che ho ascoltato per la prima volta Ercolini. Ringrazio l’ufficio stampa dell’editore Baldini & Castoldi per avermi dato l’opportunità di recensire questo suo libro.

Il Bivio

L’impatto devastante che ha avuto il coronavirus nella nostra quotidianità, ci pone davanti ad una scelta, sulla strada da percorrere, che non possiamo più rimandare. Ercolini porta dati e ricerche per intavolare il suo discorso ed i ragionamenti che portano al bivio. Sappiamo con certezza che le aree più inquinate sono state maggiormente colpite dal virus e che nel periodo del lockdown la natura ha ritrovato il suo vecchio vigore. Sappiamo anche che la mancanza di biodiversità, la deforestazione, la distruzione di ecosistemi naturali mette a rischio la sopravvivenza di alcune specie animali e porta i virus, che fino a quel momento hanno convissuto con le loro specie ospitanti, ad effettuare un salto verso la specie che rappresenta una migliore opportunità evolutiva. L’uomo, appunto.

Questo ed altri dati ci conducono ad un bivio: continuare a trattare l’ambiente da padroni, sfruttarlo e distruggerlo e nostro piacimento; oppure diventarne custodi, fino ad un certo punto, e ridurre sensibilmente l’impatto dei nostri consumi e del nostro stile di vita.

La rivoluzione ecologica

L’ecologismo di Ercolini non è fine a se stesso, non termina nel capitalismo verde. Non è greenwashing. L’ideale ecologico di Ercolini si avvicina all’ecologia sociale di Bookchin. Nella sua visione sociale non c’è spazio per lo sfruttamento e la speculazione. Le sue parole chiave sono restituire dignità ai più deboli, economia circolare, beni comuni ed usi civici, buone pratiche di mobilità.

In questo libro c’è attenzione per gli scenari internazionali in cui si disputa il controllo delle risorse minerarie per la teconologia domestica e militare. Ercolini ci spiega quanto sia importante costruire un’industria del recupero della tecnologia e dei minerali come cobalto e coltan che risultano essenziali per applicazioni elettroniche. Persino per pannelli solari e pale eoliche.

Leggere Il Bivio

Il Bivio è un libro fondamentale per l’universo ecologista. Si rivolge principalmente agli attivisti ecologisti trattando tematiche essenziali quali la comunicazione e la scelta dei leader o dei portavoce dei movimenti. Ma rappresenta un ottimo punto di riferimento per giovani ambiziosi o professionisti di un paio di aspetti della vita sociale quali la politica e l’economia.

Ercolini può essere considerato un pioniere dell’ecologismo italiano. Da decenni attivamente, nelle piazze e nelle conferenze dei movimenti e delle associazioni cittadine, indica il percorso per mettere in campo buone pratiche di riciclo dei rifiuti. Ed in questi giorni in cui persino il Papa invita i giovani a cambiare questo mondo insostenibile, avere un punto di riferimento che ci fornisca dati e fonti scientifiche, un manifesto maturato dopo anni di dibattiti, ricerche, valutazioni ed osservazioni è fondamentale per l’efficacia della rivoluzione ecologica.

Siamo ad un bivio. E Rossano Ercolini non poteva scegliere titolo più diretto ed autorevole per rappresentare al meglio la criticità della sfida che dobbiamo affrontare.

Scheda del libro “Il Bivio” sul sito dell’editore Baldini & Castoldi.

Comments

  1. Sembra un libro molto interessante. Soprattutto da leggere per chi abbia intenzione di fare impresa perché anche quella oggi ha bisogno di essere in qualche modo sostenibile.

    Ti consiglio anche un documentario interessane Cowspiracy che tratta di come l’industria alimentare incide sull’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.

Follow us on Social Media

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi