Latest News

Home » Politica » Il potere fantasma

Il potere fantasma

Attualmente siamo in una situazione indefinibile, di transizione dei poteri statali ad organi europei. Ed in questa situazione avvengono cose particolari in cui non si capisce bene da dove e da chi arrivino, decisioni così fondamentali da influire sull’economia di interi territori. A questo proposito, ad esempio, si inserisce il caso, dell’ordine di espianto di numerosi alberi di ulivo sani come iniziativa per limitare il diffondersi della “Xylella in Puglia”. L’ordine è stato dato dal comandante della Guardia Forestale; il Presidente della Regione Puglia dichiarava che non c’è alternativa all’espianto perché altrimenti l’Europa avrebbe boicottato i prodotti pugliesi così come aveva già fatto la Francia per un certo periodo. Da dove arriva realmente l’ordine di espianto, considerato che il fenomeno xylella, se realmente esistente è limitato a pochi alberi e che l’espianto non è una soluzione concreta al problema? Il fatto che la zona interessata dalla xylella è la stessa in cui dovrebbe realizzarsi il gasdotto “TAP” e che la presenza di ulivi centenari potrebbe rappresentare un ostacolo ai lavori per la realizzazione del gasdotto, potrebbe suggerire l’ipotesi che interessi geopolitici europei, legati alla NATO, di boicottare il gas russo per ovvie ragioni di rivalità imperialistica tra Russia ed USA, farebbero pressione sui vari livelli di potere per accelerare l’espianto degli ulivi e la realizzazione del gasdotto.
La domanda resta senza risposta. Potrebbe essere il governo americano, con l’aggravarsi della situazione ucraina prima e siriana poi, che ha visto l’intervento militare russo, in accordo con il governo europeo ed italiano. Ma non lo sappiamo con certezza.
Un altro esempio sono le concessioni, conferite dai governi italiani che si sono succeduti, per l’esplorazione e le trivellazioni per la ricerca di gas e petrolio sia a terra che nei nostri mari. Qual è il vero interesse nei confronti dell’estrazione di gas e petrolio in una regione, come quella pugliese che di turismo vive e di energia ne produce più di quella che consuma? E’ una iniziativa che parte dal governo? Perché i governi non sanno respingere le avances di potentati economici? Il governo centrale è realmente sovrano oppure risponde ad ordini o direttive di multinazionali? Le leggi che vengono varate in parlamento a suon di fiducia sono realmente scritte da ministri e leader politici oppure vengono elaborate da avvocati e giuristi per conto di centri di potere come Confindustria e poi sottoposti all’attenzione dei vari governanti fantoccio?

Torna all’indice di Mezza Rivoluzione o La Rivoluzione Integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi