Latest News

Home » Politica » Introduzione a Mezza Rivoluzione o La Rivoluzione Integrale

Introduzione a Mezza Rivoluzione o La Rivoluzione Integrale

Mezza Rivoluzione o La Rivoluzione Integralea partire da un’analisi su cos’è il potere e su cos’è il lavoro, vuole far chiarezza su quella che è la situazione attuale: sul ruolo dei poteri politici ed economici in questa fase di transizione in cui si può osservare un trasferimento di quegli stessi poteri verso piani più alti di controllo.

Tale pubblicazione propone soluzioni per costruire un percorso a partire dal lavoro cooperativo, dall’auto-occupazione e dalle piccole aziende a gestione familiare per riappropriarsi del potere sottraendolo alla centralizzazione. Ovunque dev’essere indispensabile far tesoro dell’esperienza curda, ma anche di quella spagnola, che dal 2013 ad oggi attraverso la “Rivoluzione Integrale” è stata capace di delineare un percorso chiaro e di coinvolgere migliaia di persone. Non nella piazza che manifesta, o non solo, ma direttamente nella politica autogestionaria e in processi economici comunitari.

Cos’è la Mezza Rivoluzione” citata nel titolo della seguente pubblicazione?

E’ una “Rivoluzione a metà” perché certamente non ha la pretesa di realizzare l’utopia socialista;  ma punta su quel percorso autogestionario che si avvia sia nella costruzione di un percorso economico con tutte le realtà che decidono di allontanarsi dal sistema capitalista, sia nella costruzione di un percorso politico locale/municipale di autogoverno con tutte le individualità interessate.

Tutto ciò è realmente rivoluzionario dal momento in cui, con le giuste pratiche, evolvendo diventa capace di allargarsi e delegittimare l’autorità costituita. “Integrale” lo è, invece, perché non cede a compromessi per concretizzarsi: Non rinuncia mai a se stessa. Mezza Rivoluzione fa questo ed altro. A partire da una particolare analisi del “fenomeno vegano” ad esempio, tenta di definire un modello alimentare ed in generale di consumo, che per sua natura non può e non dev’essere strumentalizzato dal capitalismo per il suo business, inoltre non si limita a diatribe etiche tra chi è favorevole o no al consumo di carne. Ciò, condurrebbe la riflessione verso un “modello-altro” che in questa trattazione viene indicato come “modello Integrano”; un nuovo strumento ipotizzato, utile a coinvolgere piccole attività economiche già esistenti in una filiera innanzitutto libera dal lavoro salariato e dall’approvvigionamento dalla grande distribuzione.

Per concludere, quello che questo testo vuole evidenziare è che percorsi collettivi autogestionari sono realmente possibili, ma bisogna dotarsi di mezzi migliori per consolidare ed incanalare tutte le energie per contrastare concretamente il sistema, che ci imbriglia e che tenta di sventare qualsiasi tentativo di emancipazione.

Torna all’indice di Mezza Rivoluzione o La Rivoluzione Integrale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi