Home » Dal Mondo » La Turchia lascerà entrare i migranti in Europa

La Turchia lascerà entrare i migranti in Europa

La Turchia lascerà entrare i migranti in Europa: è questo quello che ha annunciato il governo di Ankara nelle ultime ore, e che è stato considerato come una sorta di ricatto contro l’Unione Europea. Erdogan infatti ha stabilito che la guardia costiera non dovrà più fermare coloro che vogliono fuggire dalla Turchia, per potersi rifugiare in Grecia o altrove. Tale decisione è stata presa dopo che 33 militari sono rimasti uccisi nell’arco di 24 ore a causa delle bombe lanciate da Bashar el Assad, appoggiata dalla Russia.

La decisione

Dalla regione di Assad, in Siria, l’esercito turco ha subìto delle pesanti perdite, dato che ben 33 militari sono rimasti uccisi durante i bombardamenti avvenuti nell’arco delle ultime 24 ore. Dato che la Siria è appoggiata dall’esercito russo, che a quanto pare non rinuncia allo scopo di voler eliminare la presenza dei Turchi dai confini siriani, il presidente turco Erdogan ha “minacciato” l’Europa dichiarando che la guardia costiera nazionale non fermerà più i profughi turchi che vorranno rifugiarsi in Europa. Starà a quest’ultima ovviamente la decisione di accoglierli o meno.

Le conseguenze

Dopo l’attacco in cui sono morti i 33 militari, la Turchia non ha risposto solo con minacce, ma anche con bombardamenti sempre contro la regione di Idlib, luogo in cui sono stati uccisi i soldati turchi. Questa però non è l’unica risposta: riguardo la questione sono intervenuti sia l’ONU sia gli Stati Uniti, per esortare la Turchia ad interrompere il conflitto. L’Organizzazione delle Nazioni Unite in particolare si è dichiarata allarmata per la situazione, soprattutto per i civili, mentre gli USA hanno sostenuto che è inutile che Ankara continua un conflitto del genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.

Follow us on Social Media

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi