Lettera ai jihadisti

Ci son persone che credono di conquistarsi il paradiso facendosi esplodere, o facendosi ammazzare in battaglia. Ci son persone che credono di ottenere un posto in paradiso attraverso azioni violente, con le armi, uccidendo altri esseri umani.  Ci sono persone che credono di arrivare al paradiso attraverso la morte.
A queste persone vorrei dire che il Paradiso, così come tutte le cose belle che vanno conquistate, non si ottiene in un solo istante attraverso un gesto. Il Paradiso non si acquista al supermercato. Il Paradiso è una condizione dell’essere che bisogna guadagnarsi ogni giorno, che va cercata prima nell’animo umano e si realizza lentamente e gradualmente. Poi diviene un luogo, la casa delle anime più belle, quando queste lasciano il corpo. Ma, belle, le anime devono diventarlo lottando ogni giorno contro un nemico che non è né occidentale, né americano, né israeliano, né alawita. Il nemico risiede dentro di noi ed è l’egoismo, un sentimento che soffoca tutti i nostri tentativi di vivere in armonia con gli altri esseri umani e con tutto ciò che esiste. E l’egoismo va estirpato pian piano; non possiamo illuderci di averlo eliminato con un atto estremo, con un singolo atto. Sarebbe un grandissimo errore.
Questa è l’unica battaglia per la quale vale la pena di morire. Le altre sono battaglie tra gli uomini, tra uomini che non sanno domare ed estirpare l’ego dal proprio cuore. Tra persone che si contendono città, nazioni, pozzi petroliferi, fiumi. Tutte le altre guerre sono guerre combattute per dei leader, politici, imam poco ispirati ed interessi economici; non per Dio.
Non cercare il nemico fuori di te, non condannare le azioni degli altri. Piuttosto dagli errori degli altri cerca di imparare qualcosa per te. Il nemico più grande non sono gli altri, sei tu in quanto non sei degno di Dio. Ed è su di te che devi concentrare tutti i tuoi sforzi.
E se ci impegnassimo tutti a realizzare la bellezza di Dio nel nostro cuore, non ci sarebbero guerre da combattere e nemici da distruggere. Quello che oggi è un nostro nemico diventerebbe un nostro amico e compagno in una battaglia comune: il Grande Jihad.

Lettre aux djihadistes – traduit en français

Approfondimento consigliato:

La Dottrina Sufica dell'Unità - Libro
Allah Infinity - CD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi