Home » Posts taggedanarchia

Lettera a Carlo Cafiero nel giorno del suo 171° compleanno

“Poiché la ricchezza comune è disseminata su tutta la terra e appartiene di diritto a tutta l’umanità coloro che si trovano alla portata di questa ricchezza e sono in grado di utilizzarla, la utilizzeranno in comune (…) Ma se un abitante di Pechino venisse in questo paese, avrebbe gli...
Continue reading

Il ruolo delle fondazioni nel “Progetto Cafiero”

A questo punto bisogna inquadrare il ruolo delle fondazioni all’interno di questo sistema. Le fondazioni devono avviare quelle tipologie di aziende che nel mercato non hanno una forma ideale e sostenibile, che sappiamo con certezza non potranno mai avviare un percorso per trasformarsi in attività ideali. Si tratta per lo più...
Continue reading

Ruolo della moneta complementare nella piattaforma web

Compreso come può funzionare il sistema di valutazione delle aziende, con un valore numerico in centesimi da attribuire loro e la definizione di “Attività ideale” per quelle aziende che hanno il punteggio massimo in tutti i criteri, passiamo ad analizzare come la moneta complementare virtuale interagisce con sistema di valutazione delle...
Continue reading

Piattaforma web

Di pari passo alla moneta complementare si sviluppa una piattaforma web dentro cui vengono indicizzate le attività che fanno parte del circuito: dai produttori, ai commercianti e distributori. Queste attività vengono valutate da una commissione di volontari del movimento su dei parametri specifici. Le valutazioni servono a definire quali sono le “Attività...
Continue reading

Buon compleanno, Carlo! 170 anni di Rivoluzione ed Anarchia!

Il primo settembre del 1846 nacque nella nostra città Carlo Cafiero, un uomo capace di incendiare lo spirito di intere generazioni a venire: libertari di tutto il mondo, studiosi, pensatori, e chiunque si battesse consapevolmente per la giustizia sociale, da un punto di vista radicale; rimasero impressionati dalla...
Continue reading

Presentazione del “Progetto Cafiero”

Affinché il lavoro delle fondazioni libertarie possa essere incisivo e realmente efficace, soprattutto nelle fasi iniziali della loro attività è necessario un sistema che supporti le produzioni e i servizi in modo che le fondazioni non subiscano un clamoroso insuccesso a causa dei prezzi concorrenziali di prodotti e servizi simili già...
Continue reading

Dallo stato sociale alla socialità collettiva

Come scriveva un lucido, razionale e intuitivo Berneri all’inizio del ‘900, la rivoluzione non può abbattere lo stato con tutte le sue strutture sociali che dispensano pensioni, stipendi per i dipendenti, cure sanitarie gratuite, istruzione pubblica e gratuita (allegato 2). La rivoluzione deve essere lenta e graduale e deve andare sostituendo...
Continue reading

Propositi (per la rivoluzione economica)

Il primo passo della rivoluzione economica è quello di autofinanziare la nascita di una fondazione a gestione collettiva che sia capace di iniziare una prima attività economica. La fondazione deve operare a livello comunale ed ogni paese o città deve avere la sua fondazione di riferimento mentre città più estese e...
Continue reading

La rivoluzione economica

Non ci resta che immaginare una trasformazione sociale che venga attivata proprio in ambito economico andando a sfruttare le debolezze del sistema per inserire, dentro di questo, elementi innovativi che ne vadano a cambiare profondamente la natura dispotica, in modo da realizzare quella distribuzione del potere che permetta a tutti di...
Continue reading

Il collettivismo

Il collettivismo si contrappone agli istituti pubblici statali e a logiche privatistiche. Il collettivismo rappresenta una valida alternativa al capitalismo di stato e a quello privato. La gestione collettiva di aziende serve ad eliminare tutte le falle della gestione privata che porta gerarchia nei poteri e nei salari e genera disparità,...
Continue reading

Presupposti (della rivoluzione economica)

Quando si parla di rivoluzione, si intende un processo di trasformazione che genera un cambiamento profondo nella società. Il processo di cambiamento può essere veloce e violento oppure lento e pacifico. In questo ultimo caso parleremo di evoluzione sociale(5). La storia è ricca di esempi di rivoluzioni armate su cui...
Continue reading

Cos’è il lavoro

Il lavoro è l’impiego di tempo, forza ed energia nella produzione di un bene per la società. Si esercita attraverso un mestiere, e si fa per se stessi (autonomo) o per qualcun altro (subordinato). Può essere fisico o intellettuale, volto alla produzione di un bene materiale, un bene di consumo,...
Continue reading

Propositi (sul potere)

Bisogna prendere atto che il confederalismo democratico rappresenta soprattutto un’opportunità di riunificazione di tutte quelle forze anticapitaliste ed antimperialiste alla luce del fallimento del socialismo reale di matrice marxista adottato e sperimentato da paesi socialisti e comunisti nell’incapacità di organizzarsi in una forma realmente emancipatoria per le popolazioni...
Continue reading

Un passo indietro: la politica

La forma di potere più nobile è certamente la politica intesa nel suo senso originario. Ovvero quella politica che era innanzitutto confronto e discussione sulla gestione della città e che si praticava non solo nelle assemblee pubbliche ma in ogni momento come un esercizio del e al potere....
Continue reading

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi