Dodi Moscati: biografia e discografia

Nata nel 1942 a Pontassieve in provincia di Firenze, Dodi Ersilia Moscati è stata una giornalista, cantante e ricercatrice del patrimonio orale e tradizionale toscano.

Gli inizi e le prime collaborazioni

Studia pianoforte e chitarra. Intorno agli anni Sessanta inizia a occuparsi di canto popolare. Collabora con Rosa Balistreri e con il Canzoniere pisano dedicandosi alla canzone politica e alla militanza. Ha idee politiche e antimperialiste, appoggia movimenti come l’organizzazione per la Liberazione della Palestina e verso la fine degli anni Sessanta entra a far parte del Canzoniere Internazionale e sarà in tournée anche a Cuba.

Parallelamente scrive di musica per diverse testate giornalistiche, L’Unità, Il manifesto, L’Espresso.

Tradizione contadina

Dodi Moscati è una ricercatrice appassionata di canti della tradizione contadina, in particolare canti toscani.

Intraprende un percorso personale attingendo da questa cultura popolare coniugata con il suo interesse per la musica contemporanea; incide alcuni dischi con diverse influenze, dal rock e blues, a collaborazioni come quella con Ennio Morricone. I risultati sono molto interessanti dal punto di vista musicale, infatti Dodi mostra una capacità di rivisitazione di temi musicali e filastrocche reinventandole in una forma artistica inedita.

La sua voce è dura e vicina allo stile molto espressivo popolare, con un’ombra malinconica e consapevole. Ha inciso dei dischi in cui ha raccolto una serie di canti registrati sul campo, un altro in cui è lei a riproporre canti riarrangiati sempre restando fedele allo stile contadino facendosi accompagnare da Mauro Bagella, Dante Gaudiomonte, Massimo Pastorello e Nicola Stilo.

Programmi radiofonici, premi

Negli anni Ottanta partecipa al Premio Tenco e a programmi radiofonici (di cui è autrice e conduttrice) quali Folk concerto su Radio Tre, Musica ieri e oggi su Radio Uno.

Musical, teatro e cinema

Recita a teatro e in alcuni film e scrive musiche per programmi radiofonici e pubblicitari. Partecipa a numerosi musical in Italia e all’estero, uno tra i più degni di nota “Dodi-Mega-Band-Lines-Vauro” scritto e diretto da Dodi Moscati con 30 musicisti e attori fra i quali Carlo Monni e i commenti disegnati da Vauro in tempo reale, trasmesso da Rai 3. Compone le musiche del film “Terra di Mezzo” di Matteo Garrone. Partecipa a Transitalia con la regia di Moni Ovadia. Partecipa come giurista di premi prestigiosi come il Premio Ciampi e On the road festival di Pelago (FI).

Impegno politico e ambientalista di Dodi Moscati

Oltre l’impegno politico, si è battuta sul fronte animalista e ambientalista. Tenendo viva la sua ricerca e il desiderio di narrare le voce delle voci ai margini ha tenuto seminari sulla musica etnica in convegni e lezioni presso università.

Muore a Roma nel 1998, a soli 55 anni.

Tra le sue canzoni più celebri ricordiamo Con i pugni alzati camminano, Il treno degli operai.

Stefano Gragnani ricorda: Eravamo nel 1971, a quel tempo recitavo nel Teatro della Convenzione di Firenze alternando con spettacoli di canzoni popolari e di protesta, prima con Rosa Balistreri e poi con Dodi Moscati sviluppando una grande amicizia con entrambe, ma con la Dodi fu qualcosa di speciale, eravamo come fratello e sorella ed avevamo una grande complicità. Lei stava preparando un 33 giri di canzoni toscane e mi chiese di collaborare al progetto. Insieme viaggiammo con una R4 scassata per le campagne limitrofe e poi maremmane in cerca di materiale che ci servì per CRONACHE, FATTI E BURLE IN TOSCANA in seguito rimasterizzato e ancora reperibile e contemporaneamente realizzammo CON I PUGNI ALZATI CAMMINANO e FIRENZE BOMBARDINA entrambi oggi introvabili …

Discografia di Dodi Moscati

Cittadini e contadini – Canzoni del folklore toscano (con il Canzoniere Internazionale, 1972)Questa grande umanità ha detto basta! (con il Canzoniere Internazionale, 1972)

Gli anarchici: 1864/1969 (con il Canzoniere Internazionale, 1972)

Con i pugni alzati camminano (con Stefano Gragnani, 1973)

Cronache Fatti E Burle…In Toscana! (con Stefano Gragnani, 1973)

La miseria l’è un gran malanno (1974)

Ti converrà mangiare i’ pan pentito (1975)

E rigiramelo l’ pensiero (1977) (2 LP)

Mondo magico, fantastico e rituale della campagna toscana (1978)

Sole sole vieni (1978)

Mister Woman (1988)

Accidenti! (1991)

In Blues (1995)

Bacio di cane bacio di gatto (1997)

Cantautrice, etnomusicologa e ricercatrice nel campo della musica popolare e cantautorale, lhacantataunafemmina è un progetto femminista nato per valorizzare il cantautorato femminile. Il canto popolare è da sempre espressione delle working class e nasce come strumento partecipativo di espressione e di denuncia delle ingiustizie.

https://www.instagram.com/lhacantataunafemmina/

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Che fine ha fatto l’Anarchia?

Prossimo articolo

La vita di Giovanni Succi nel romanzo Il digiunatore

Ultimi articoli di Biografie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi