GKN chiude anche in Germania. 800 operai senza lavoro

/

Comunicato del collettivo di fabbrica dei lavoratori GKN di Firenze

Annunciata chiusura della Gkn di Mosel (800 posti di lavoro)
Il fondo finanziario Melrose continua la sua azione: in nome del profitto e degli azionisti Pagano altri, quanto non siamo riusciti a fare noi.
Paghiamo noi, quanto altri non hanno fatto.

Alla nostra famiglia allargata di Mosel tutta la nostra solidarietà, incondizionata. Siamo a disposizione: tutto quello che possiamo fare, lo faremo.

sostieni

Senza voler insegnare nulla a nessuno, in base alla nostra esperienza, ci sentiamo di dire questo alle nostre colleghe e colleghi di Mosel e di tutta la Gkn:

  1. vi diranno che il vostro è un caso specifico. Non è vero. Chi oggi lo sostiene, domani sarà smentito. Ma sarà già a fare danno da qualche altra parte. Rimarranno soltanto famiglie disperate e posti di lavoro bruciati. Non siete un caso specifico ma un anello di una catena, che va spezzata ora. Lottate ora, lottate per tutte e tutti, per quelli che non possono lottare, per il vostro presente e per il futuro collettivo.
  2. vi diranno che ormai è finita. Quando una multinazionale annuncia una chiusura, purtroppo, è in grossa parte tardi. Hanno già calcolato tutto. Ma no, non è ancora finita. Noi resistiamo da 18 mesi. Potete ancora scrivere la vostra storia.
  3. il licenziamento scuote ora la vostra vita. Ma il vostro non è un problema individuale, ma collettivo. Siate comunità, siate uniti.
  4. i rappresentanti dei lavoratori nell’Ewc (Euroean Working Council) di Gkn hanno sottovalutato in maniera devastante quanto accadeva a Firenze. Li provammo ad avvertire che così mettevano a rischio tutti gli stabilimenti. Che Melrose non si sarebbe fermata. Prevalse una sorta di logica: “morte tua ,vita mia”. E invece: se lo fanno a te, domani lo faranno a me.
  5. In questi giorni in Germania c’è una lotta incredibile, esemplare, contro la miniera di carbone a Luetzerath. Il movimento ambientalista in Germania è forte. Cercate una convergenza: i licenziamenti nel settore automotive non dipendono dalla logica della transizione ecologica, ma dalla logica del capitale. Giustizia climatica e sociale unite, salvare il futuro del pianeta e dei posti di lavoro.

Un nuovo Insorgiamo tour? Tappa Germania? #insorgiamo

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Il grande reset nella nuova docuserie di Ennio Trinelli

Prossimo articolo

“Ineluttabile incontro di sguardi” la silloge di Milena Risi

Ultimi articoli di Comunicati e iniziative

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi