“La Nuit Bleue” di Costanza Savini

Costanza Savini

Avevo già recensito Costanza Savini e il suo romanzo precedente, è stato un piacere poter continuare ad occuparmi di quest’autrice con la sua successiva pubblicazione. Per chi volesse avere notizie più dettagliate su di lei lascio qui il link al primo articolo: https://www.magozine.it/locchio-della-farfalla-di-costanza-savini .

La Nuit Bleue – la trama

La voce narrante della storia appartiene ad una donna della quale ci viene detto poco, anzi quasi niente. Attraverso il suo punto di vista ci ritroviamo all’hotel La Nuit Bleue, un albergo di lusso affacciato su un lago.

È qui che incontriamo i personaggi che animano la scena. Ognuno protagonista della propria vita, della quale ci viene offerto uno stralcio, sulla quale possiamo per un attimo affacciarci a guardare.

A partire dalla misteriosa proprietaria, Irma Prissex, che conosce tutto del suo hotel e dei suoi ospiti, la voce narrante ci mostra una galleria molto varia di persone, ciascuna coi suoi punti d’ombra e con le sue bizzarrie.

La Nuit Bleue li accoglie e li raduna tutti, come una sorta di luogo separato dal mondo e sospeso nel tempo dove gli ospiti si lasciano andare, recitando la parte di se stessi.

Le illustrazioni e l’illustratrice

Il libro è abbellito da dieci illustrazioni create da Octavia Monaco.

L’artista inizia la sua carriera nell’editoria, illustrando fiabe, leggende e miti e pubblicando in vari paesi del mondo. Gradualmente da questa esperienza Octavia Monaco passa a seguire la sua ispirazione più originaria, dipingendo su legno le sue opere, esponendole in numerose personali e collettive.

Dall’inizio del 2022 ha dato vita e forma ad un sodalizio artistico con la scrittrice Costanza Savini, dal nome Les Visionnaires. La sua elaborazione artistica dà forma e vita ad un immaginario simbolico, surreale ed evocativo, servendosi della contaminazione tra l’uomo, l’animalità e la vita vegetale.

Sul suo sito, https://www.octaviamonaco.com/index.php/it/about/biografia, c’è la galleria completa dei suoi lavori e tutte le informazioni che possono servire a chi vorrà ulteriormente approfondire la sua conoscenza.

Struttura del libro

Più che una vera e propria trama, ci viene proposta una storia che è unitaria ma che al contempo è formata da tante storie separate, secondo un modulo ben noto in letteratura.

Il filone principale è dato da Irma Prissex e dalla sua vicenda personale, con i suoi misteri e i suoi segreti che man mano ci vengono svelati anche grazie alla luce che proviene dalle storie dei personaggi che la circondano.

Le vite degli ospiti dell’albergo, oltre ad avere dignità e importanza a se stanti, fungono in un certo senso da strumento di indagine per la vita di colei che li raduna tutti attorno a sé nel suo hotel.

Si ottiene così lo stesso effetto di un ricamo: un disegno più ampio che però offre anche la bellezza dei singoli e più piccoli punti.

Conclusioni

Quando le parole vengono accompagnate da illustrazioni e disegni inevitabilmente il libro che le racchiude entrambe si arricchisce, e arricchisce ancora di più chi lo legge. È davvero piacevole poter apprezzare la collaborazione tra artisti diversi, i risultati non deludono mai.

Inoltre, il tempismo del romanzo è perfetto: consigliato a chi vuole sentire già l’aria dell’estate e delle vacanze…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Il pianeta dei frigoriferi e il consumo alimentare nel futuro

Prossimo articolo

Le terre promesse. Volontà soggettive e realtà oggettive del ventesimo secolo.

Ultimi articoli di Autori emergenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi