Dal vivo

Iran: Mohsen Shekari giustiziato. Rischia anche il rapper Saman Yasin

Aggiornamento

Per questo pomeriggio è prevista una manifestazione di protesta nel quartiere Sattar Khan di Teheran che potrebbe sfociare in guerriglia. Potrebbero essere presi di mira sedi di tribunali.

Altro bersaglio dei manifestanti potrebbe essere l’investigatore responsabile dell’arresto di Mohsen Shekari, che è stato giustiziato questa mattina, e testimone in aula durante la sua condanna. Il suo nome è Behrouz Hosni Etemad e in rete sono stati diffusi i suoi dati e il suo indirizzo.

Mohsen Shekari, giovane manifestante di 23 anni, è stato impiccato questa mattina dal regime iraniano. È stato arrestato durante le manifestazioni del 25 settembre a Sattar Khan, quartiere di Teheran, dal corpo delle guardie della Repubblica Islamica (IRCG).

sostieni

L’accusa è quella di aver contribuito a bloccare una strada dando fuoco ad un cassonetto della spazzatura e di aver offeso le forze di polizia.

Mohsen Shehkari giustiziato

Il silenzio della famiglia di Mohsen Shehkari

La polizia in questi mesi era rimasta in silenzio, assecondando le minacce dei militari, sperando che non subisse questa sorte.

In questo ultimo periodo il regime sta intensificando le esecuzioni di detenuti per mettere a tacere la protesta e dividere i manifestanti.

Mohsen Shehkari

Saman Yasin rischia l’esecuzione

Saman Yassin, giovane rapper curdo, è stata giudicato dallo stesso tribunale di Mohsen Shehkari. Condannato a morte anch’egli, potrebbe essere impiccato dai militari IRCG in qualsiasi momento.

Saman Yasin
Saman Yasin, condannato a morte

La madre di Saman Yasin diffonde un videomessaggio in cui dichiara che suo figlio non è violento ma un artista. Non si è mai visto un ragazzo condannato a morte per aver dato fuoco a un cassonetto.

Tre condannati a morte in Iran

Sono tre le condanne a morte comminate dal tribunale nello stesso giorno. Mohsen Shehkari è stato giustiziato subito questa mattina. Saman Yasin e Mohammad Broghani sono gli altri due condannati a morte.

Si crede che il regime voglia provare a soffocare in questo modo le manifestazioni previste per sabato.

Si prevedono grandi manifestazioni

Per sabato è prevista una grande manifestazione, lanciata precedentemente. Non ci sono ancora reazioni e chiamate in seguito a questa esecuzione, ma è prevedibile che la popolazione partecipi numerosa alla manifestazione di sabato con rabbia e determinazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Due parole semplici su Alfredo Cospito, i giornali, l’anarchia…

Prossimo articolo

“Quando non zappo, a volte scrivo”

Ultimi articoli di Dal mondo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi