Home » Recensioni libri » Letteratura straniera » Again: Mona Kasten-Begin Vol. 1 recensione del libro

Again: Mona Kasten-Begin Vol. 1 recensione del libro

Mona Kasten Begin-Again (copertina)

Allie si è appena iscritta all’università di Woodshill e tutto le sembra perfetto, tranne il suo coinquilino, Kaden: l’ultima persona con cui avrebbe voluto condividere l’appartamento. I due stabiliscono subito tre regole per la convivenza perfetta: niente sentimentalismi, nessun’interferenza nei fatti altrui e, soprattutto, nessun contatto fisico. Ma le regole sono fatte per essere infrante…

Buongiorno carissimi lettori, sono tornata per parlarvi del libro di Mona Kasten-Begin della saga Again. Un amore che vi farà sognare ad occhi aperti.

Premessa: non avrei comprato questo libro se non fosse stato in promozione perché non rientra tra i miei generi preferiti. La lettura è stata comunque piacevole.

La protagonista è una ragazza di nome Allie, costretta a cambiare città per fuggire dalla vita che i suoi genitori le avevano costruito. Si iscrive all’università di Woodshill, una cittadina quanto più lontana possibile dalla sua vecchia vita. È in cerca di un appartamento, ed è lì che incontra Kaden. I due apparentemente non vanno d’accordo, ma saranno costretti a condividere la casa.

Non è la trama più originale del mondo, né la più banale. Lo classifico una via di mezzo, un po’ After, po’ Cinquanta Sfumature di Grigio. Non richiede una lettura minuziosa in quanto è scritto in maniera lineare, e le pagine scorrono velocemente.

L’autrice ha inserito delle canzoni che accompagnano le avventure dei protagonisti, ed è il punto forte di questo libro. Mona Kasten cita spesso i Thirty Second To Mars, un gruppo rock che amo da quando sono bambina. Sarà per questo che lo reputo un punto forte.

Gusti musicali a parte, non ho apprezzato i dialoghi. Non voglio spoilerarvi nulla ma ne riporto un piccolo pezzo: “Voglio essere lo stronzo al tuo servizio”. I dialoghi sono spesso interrotti da frasi di questo genere, che personalmente reputo adatte ad un pubblico giovane. Non consiglierei questo libro a una persona che abbia superato i trent’anni, ma non perché non possa essere una lettura piacevole, ma perché a tratti è utopistico. Non ho apprezzato neanche la scelta di continuare una saga con protagonisti diversi per ogni libro. Ho acquistato il secondo volume poco prima di finire il primo, ma sono stata delusa quando ho scoperto che i protagonisti non erano più Allie e Kaden.

Dopo avervi detto cosa non mi convince, vi dico perché secondo me dovreste leggerlo. Se siete degli inguaribili romantici, questo libro fa per voi. Se come me avete voglia di fare un salto nella vostra adolescenza, allora, dovete leggerlo. Nonostante io abbia superato quella fase di vita da tempo, ho comunque apprezzato questo libro. L’ho finito in un settimana. L’amore è il centro del romanzo, ma, non solo. Ho apprezzato che l’autrice abbia inserito dei temi come: l’abuso, la violenza psicologica, i drammi familiari. Temi sui quali bisogna lavorare per sensibilizzare quanti più giovani possibili.

Mi piace che la protagonista abbia un carattere forte e che lui non rappresenti il classico cattivo ragazzo, ma che entrambi abbiano delle sfaccettature “nuove”. Kaden ha una sensibilità che solitamente viene nascosta in libri di questo genere (ad esempio in After) -nonostante il suo rapporto complicato con l’amore-.

In prossimità della stagione estiva lo consiglio un po’ a tutti da leggere sotto l’ombrellone. Non è tra i miei dieci libri preferiti ma leggerò comunque il secondo capitolo della saga, (anche perché in direct una di voi mi ha consigliato di andare avanti per apprezzarlo).

Voi l’avete già letto? Che ne pensate? Lo leggerete?

https://www.instagram.com/libri_sottolineati/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.

  • sostieni
Follow us on Social Media

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi