Home » Dal Mondo » Orbán al potere e appoggiato da Salvini: cosa succede in Ungheria

Orbán al potere e appoggiato da Salvini: cosa succede in Ungheria

Viktor Orbán ha preso potere in Ungheria e alcuni sostengono che sia riuscito a sfruttare questo momento di emergenza dettato dal Coronavirus, per ottenerlo.

Cosa è successo

Viktor Orbán mirava ad avere un potere “senza ostacoli” in Ungheria, già dal 2010. Ora a quanto pare, la situazione dettata dallo stato di emergenza per il Coronavirus gli ha letteralmente aperto la strada verso il potere. Ciò che Salvini sostiene di “salutare con rispetto la libera scelta del Parlamento ungherese eletto democraticamente”, in realtà non viene vista proprio come “libera scelta” da parte dell’Unione Europea.

Il problema infatti consiste in diversi atteggiamenti assunti da Orbán e anche da alcune sue parole. Come riportano diverse fonti infatti il nuovo capo del governo ungherese avrebbe intimato diverse affermazioni contro chi non lo volesse votare. Una di questa sarebbe stata quella “Chi non appoggerà questo Governo è perché ha scelto di stare con il virus”.

Le nuove misure

Orbán e il suo potere preoccupano l’Ungheria, ma anche l’UE, che già anni fa aveva tentato di incorrere in alcune sanzioni, cosa che ha cercato di ripetere anche negli ultimi giorni, per via delle misure adottate dal nuovo capo del Governo. Egli mira a delle misure ferree, restrizioni però che preoccupano, in quanto gli ungheresi temono di doverle seguire anche dopo la fine dell’emergenza, subendo un tipo di potere che sembra più una dittatura, piuttosto che la “libera scelta” che Salvini appoggia. Per ora si attendono nuove decisioni da parte dell’Unione Europea, anche perché ora che Orbán ha praticamente preso anche fin troppo potere, non si sa se l’UE voglia procedere con sanzioni o decisioni simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi