Home » Politica » Presentazione del “Progetto Cafiero”

Presentazione del “Progetto Cafiero”

Affinché il lavoro delle fondazioni libertarie possa essere incisivo e realmente efficace, soprattutto nelle fasi iniziali della loro attività è necessario un sistema che supporti le produzioni e i servizi in modo che le fondazioni non subiscano un clamoroso insuccesso a causa dei prezzi concorrenziali di prodotti e servizi simili già presenti sul mercato.
Per assicurarsi che l’attività delle fondazioni abbia successo e registri da subito una crescita in vendite, profitti e di conseguenza in produzione e occupazione di lavoratori, bisogna fare in modo che il prodotto o il servizio fornito dalle fondazioni, non solo sia più genuino, sia rivolto alla costruzione di una società egualitaria e libertaria abolendo il lavoro subordinato e la conseguente accumulazione di ricchezze nelle mani di pochi da una parte e l’impoverimento delle masse dall’altra parte; ma sia anche più conveniente sia per ragioni economiche per che altre ragioni.
Carlo Cafiero è stato tra i primi socialisti ad affrontare il problema del lavoro subordinato spiegandolo con semplicità alle masse, e poi a sacrificare la propria vita e i beni di famiglia per cercare di cambiare la condizione economica, lavorativa delle popolazioni.

A lui va intitolato questo progetto in quanto fonte di ispirazione e modello di una ricerca costante e incessante di una logica egualitaria e libertaria applicabile. Ai nostri tempi è sicuramente utile un sistema informatico complesso e strutturato che permetta a chi lo utilizza di ricevere agevolazioni nella scelta di questo sistema e nel consumo dei prodotti delle fondazioni.

Torna all’indice di Mezza Rivoluzione o La Rivoluzione Integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.

Follow us on Social Media

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi